Toner rigenerati?! ecco quali sono i grossi rischi a cui sei esposto senza saperlo!

di | Novembre 6, 2020

Hai scelto anche tu di ricaricare i toner delle tu e stampanti per risparmiare?
Ti se affidato ad un rigeneratore di zona che ti ritira le cartucce direttamente in ufficio, e poi te le riporta belle ripiene di polvere di toner?!

Ti sei mai chiesto se questo procedimento può essere rischioso per te per la tua salute?

Ti sei mai chiesto se questo procedimento ti può far incorrere in multe salatissime?

Perché siamo diversi

Mi spiace dirtelo.. ma ad entrambe le domande, la risposta è tremendamente sì!

Ma partiamo dal primo punto… quello più importante, ovvero la tua salute…

 

A quali rischi puoi andare incontro ad un procedimento di rigenera “fatto in casa” dal tuo fornitore, o addirittura da te stesso…

 

  • POLVERE NON CERTIFICATA E CONTROLLATA

Il tasto più dolente è proprio la polvere di toner che viene inserita nella cartuccia vuota,

 

Si possono trovare online polveri di toner vendute a poche euro al kg che i rigeneratori locali acquistano senza chiedersi la provenienza o il contenuto… l’unica cosa che solitamente viene presa in considerazione è il prezzo… quindi più la polvere sarà economica, più non hai i dea di cosa ci potrebbe essere all’interno…

 

Da analisi di laboratorio su polveri vendute online sono risultate sostanze altamente tossiche, come Mercurio, Benzene, Ossido di Titanio, Stirene, Formaldeide…

Praticamente hai un inceneritore tossico sulla tua scrivania, per risparmiare 20 euro su un toner!

 

Poi facciamo tutti i fighi parlando di green ed ecologia, ma ci dimentichiamo che il primo passo ecologico può partire proprio dalla tua scrivania, e più precisamente dalla tua stampante…

 

Respiri 8 ore al giorno aria tossica per risparmiare magari 20 euro sul toner? Ma stiamo scherzando!? È ora che la finiamo con questa follia!!

 

Non ti sei mai chiesto perché una cartuccia non originale può costare 10 euro e un’altra 60 euro?

 

Le aziende serie che fanno rigenerazione toner in Italia devono sottostare a dei precisi processi produttivi controllati severamente, devono acquistare solo polveri certificate, diverse per ogni toner!

Ebbene sì!

 

Lo sapevi che ogni singolo toner ha polveri diverse al suo interno?

Ogni produttore HP, Lexmark, Samsung, Canon, Ricoh ecc. producono le proprie polveri secondo criteri ben precisi! Non sono tutte uguali!

Anche su macchina dello stesso Brand le polvere sono diverse perché quel tipo di stampante richiede una diversa composizione di polvere di toner per essere performante!

 

Un singolo produttore può usare anche 300 polveri diverse per produrre i suoi toner…

Sai quante polveri usa il tuo rigeneratore scantinaro di paese?

 

La bellezza di 4 boccettini come questi:

 

1 NERO

1 CYANO

1 MAGENTA

1 GIALLO

 

Semplice no?

boccettino toner

 

 

 

 

 

 

sai a che prezzo viene venduta una boccetta come questa  da 100gr?

1 euro!

E secondo te cosa ci ha infilato all’interno il cinese che l’ha prodotto?

Te lo dico… le schifezze peggiori possibili!

 

Ma veniamo al processo di rigenera accurato che il tuo rigeneratore scantinaro esegue:

Te lo mostro in 3 semplici STEP?

 

  • Ritira il toner vuoto dal tuo ufficio (e non potrebbe farlo ma ci arriviamo dopo)
  • Ricarica con una siringa la polvere di toner all’interno della cartuccia, utilizzando la polvere più economica che trova sul mercato, e usando la stessa polvere per qualsiasi cartuccia
  • Riporta il toner bello ripieno di polvere tossica nel tuo ufficio, pronto per esalare tutte le schifezze che ci ha infilato!

Ma stiamo scherzano?!

Capisci a quali rischi di salute ti stai esponendo per voler risparmia sulle stampe del tuo ufficio?

 

Ma andiamo avanti… secondo te puoi incorrere in qualche sanzione per questa pratica di rigenera che svolgi?

Assolutamente sì, e ora ti mostro il perché:

 

Tu quando acquisti un toner, anche se rigenerato,
ricevi una fattura per la vendita di un bene (appunto il toner)
e se quella cartuccia viene utilizzata diventa automaticamente un rifiuto speciale da dover smaltire…

quindi quando ti dicono…

“Te lo ritiro io e te lo ricarico, tu non devi smaltire nulla…”

Non va assolutamente bene!

 

Essendo tu il produttore del rifiuto sei tu che devi preoccuparti di smaltirlo a norma di legge, quindi con aziende specializzate che ti rilasceranno poi il formualrio di avvenuto smaltimento dei rifiuti speciali (quali sono i toner) che hai utilizzato…

 

Se ti arriva un controllo dell’ASL e risultano delle fatture di acquisto dei toner,

hai voglia di raccontargli che il tuo rigeneratore scantinaro te li ritira, te li ricarica e te li riporta….

La multa te la pigli!

 

Il decreto Ronchi (D.Lgs 152/06 ex D.Lgs 22/97)
obbliga tutti i titolari di P.IVA aziende e professionisti
a un corretta gestione dei rifiuti speciali da stampa informatica esausti, prodotti con le stampanti… ed è proprio qui l’inghippo! 

 

E se stai pensando…

sì ma chi mi verrà mai a controllare a me? 

Sappi che solo nel 2019 i controlli in Lombardia sono stati più di 45.000! 

 

Quindi la domanda non è:

Mi arriverà mai un controllo? Ma invece… Quando mi arriverà il controllo!??!

 

E quindi cosa devi fare per metterti in regola fin da subito?3

Sostanzialmente sono 3 i passaggi:

 

  • Affidati un’azienda che faccia smaltimento toner a norma di legge, e che ti rilasci il formulario (FIR) di avvenuto smaltimento del rifiuti ogni anno
  • Ricordati che devi richiedere lo smaltimento del toner entro 12 mesi dall’acquisto dello stesso, quindi se sei uno di quelli che accumula toner per anni e poi li smaltisce tutti in una volta, anche qui mi spiace, ma non stai adempiendo alla normativa…
    sei a rischio multa!
  • Conserva per 5 anni il modulo FIR che ti verrà rilasciato e che certifica che hai eseguito la procedura correttamente.

3 Il terzo rischio a cui stai andando incontro è quello di avere delle pessime stampe da presentare ai tuoi clienti…

 

Non so voi, ma a me è capitato spesso…

di uscire da un fornitore o da un negozio dove ho appena acquistato qualcosa magari anche di valore, con una stampa rigata, con polvere nera depositata sul foglio che lo rende anche poco leggibile… e solitamente penso…

beh gli ho appena pagato 1000 euro di merce
e questo mi da una stampa dove non si legge neanche quello che ho comprato… come dire, mi lascia l’amaro in bocca…
anche se magari tutto il resto era andato per il meglio,
sono stato ben accolto,
mi hanno presentato bene il prodotto o servizio che volevo acquistare,
il commerciale si è dimostrato competente e gentile e ho appunto concluso l’acquisto…
e poi… mi rifila una stampa illeggibile e sporca!?
Ma dai cavoli.. basta così poco…

 

Ecco qui un grafico che ti riassume le differenze delle 3 situazioni possibili:

TONER COMPATIBILI

TONER ORIGINALI

SERVIZIO STAMPARE NO STRESS

 

 

Hai addirittura il vantaggio disarmante di avere 3 ulteriori garanzie che solo noi di Stampare No Stress ti diamo

  • RISPARMIO GARANTITO O 100 EURO OMAGGIO
    Se non saremo riusciti a dimostrarti un’ottimizzazione e un risparmio di almeno il 9% dalla tua situazione attuale di parco macchine di proprietà, avrai in omaggio un buono di 100 Euro da spendere in cancelleria per ufficio!
  • STOP + OMAGGIO
    In un qualsiasi momento potrai decidere di fermarti e non proseguire, la speciale DIAGNOSI DI STAMPARE NO STRESS ti resterà in omaggio, questo documento ha un grandissimo valore per te e per la tua azienda. Non ci dovrai dare nessuna spiegazione e noi non faremo nessuna domanda.
  • PROVA TECNICA OMAGGIO
    Qualora la richiesta sia di almeno 5 stampanti, avrai la possibilità di provare il servizio con una prova tecnica non vincolante di 1 mese senza pagare alcun canone e senza sottoscrivere nessun contratto.

Se vuoi risolvere una volta per tutte i tuoi problemi di stampa, clicca qui sotto..

Perché siamo diversi

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Dal vivo o via Skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.