Come evitare che il toner ti finisca in meno di una settimana facendo metà delle copie dichiarate, anche se utilizzi toner compatibili economici e non vuoi spendere un centesimo di più!

di | Giugno 23, 2020

Se hai mai acquistato un toner non originale immagino sia successo anche a te…

Che dopo pochi giorni da quando l’hai inserito nella macchina, il toner comincia a stampare pagine più chiare rispetto al solito e da lì a poco le pagine diventano bianche!

Insomma il tuo toner è finito!

E tu ti chiedi…

Report Gratuito

 

Ma come è possibile l’ho appena messo in macchina! Avrò stampato si e no una risma di carta…

Mi hanno fregato!

Sai perché succede questo?

Semplicemente perché nella maggior parte dei toner non originali all’interno vengono messe polveri di toner non certificate in quantità non ben definite…

Ma facciamo un po’ di chiarezza…

Esistono varie tipologie di toner non originali che si possono raggruppare in 3 macro famiglie:

TONER COMPATIBILI

TONER RIGENERATI

TONER RICOSTRUITI

TONER COMPATIBILI

Partendo dalla prima, questi sono i toner che ci garantiscono probabilmente il risparmio maggiore (li puoi trovare a 10 euro per capirci…) ma anche il rischio maggiore…

Perché?

Semplice perché sono delle copie, dei prodotti contraffatti che vengono realizzati al 90% in Cina e non hanno nessun minimo di controllo, sul quantitativo di polvere all’interno o sulla tipologia di polvere che viene inserita nella cartuccia.

Quando compri un toner compatibile è come se tu stessi acquistando una borsa tarocca, o un CD contraffatto… critichiamo molto questi comportamenti su alcune tipologie di prodotti che danneggiano il nostro Made in Italy ma quando si parla di toner stampanti, il pensiero comune è “che mi frega…” meno spendo meglio è…

Il problema di questi toner è che non subiscono nessun tipo di controllo, i toner compatibili di importazione non hanno scheda di sicurezza e quindi hanno al loro interno polveri di toner non certificate, che tu respiri tutto il giorno in ufficio,

da analisi di laboratorio sono risultate sostanze altamente tossiche
in questi toner come Mercurio, benzene, ossido di titanio, stirene, formaldeide, in pratica stai risparmiando sulla tua salute.

Parlando invece della loro durata, non si ha nessuna garanzia che la polvere inserita si una polvere adatta a quel toner, molte volte viene utilizzata una singola tipologia di polvere per tutti i modelli di toner, senza alcuna differenziazione, ma soprattutto non si ha nessuna garanzia sulla quantità di polvere inserita all’interno della cartuccia!

Al 90% la polvere sarà poca e di qualità scadente… ecco perché i toner non fanno mai le copie che dovrebbero fare, ma finiscono molto prima del dovuto!!

TONER RIGENERATI

Parlando invece di toner rigenerati, questa è una tipologia di toner di qualità superiore rispetto ai compatibili anche se in Italia si è diffusa l’idea opposta, cioè che i toner rigenerati molti spesso siano di qualità scadente…

questo perché?

Perché nel mondo dei rigenerati c’è veramente qualsiasi cosa…

Dallo scantinaro di paese che ricarica il toner in garage a invece realtà più strutturate con produzioni da decine di migliaia di pezzi l’anno, che devono sottostare a regole più stringenti, con certificazioni e Criteri ambientali da rispettare.

Qui il processo è differente…

Non stiamo parlando di un prodotto contraffatto, stiamo parlando di quello che la legge italiana permette di fare, quindi ritirare le cartucce originali esauste (tramite società dedicate che si occupano di smaltimento rifiuti speciali) e di ricaricare queste cartucce con polvere di toner affinché questa possa ancora stampare.

Qui abbiamo un livello di controllo sicuramente maggiore ai toner compatibili di importazione cinese, ma in molti casi non è comunque certo che all’interno della cartuccia ci siano polveri sicure e in quantità certe…

Se un piccolo rigeneratore locale si ordina la polvere online dalla Cina e la ricarica lui in garage, capisci che non c’è nessun tipo di certezza che la polvere inserita sia sicura, e che la quantità inserita sia adeguata!

Ed è per questo che rabbrividisco quando i clienti mi dicono… a ma io non smaltisco le cartucce, me le porta via il mio fornitore, me le rigenera e poi me le riporta… e dentro di me dico, chissà che ci metterà in quel toner, se polveri certificate o polveri cinesi tossiche… ovviamente le seconde costano molto meno, tanto mica è lui che le respira! Sei tu che le respiri quando stampi!

TONER RICOSTRUITI 

Questi toner sono invece quanto di meglio puoi trovare sul mercato dei non originali,

Perché?

Semplice… sono prodotti che richiedono delle linee di produzione apposite, controllate e certificate.

Solitamente le aziende che li producono, ne producono decine di migliaia di pezzi e sono quindi tenute a sottostare alle più rigide certificazioni e criteri ambientali, come:

 

 

STMC e Swan Label

STMC relativa alla metodologia di test di prodotto e Swan Label, che attesta il rispetto di elevati standard ambientali e qualitativi del singolo prodotto.

Creato nel 1989, il marchio internazionale Swan Label è particolarmente utilizzato nei Paesi nordici (Svezia, Norvegia, Finlandia e Islanda).

Marcatura CE

Che attesta che tali prodotti sono conformi ai requisiti essenziali per la commercializzazione e utilizzo nell’Unione Europea.

L’apposizione del marchio è prescritta per legge per poter commercializzare il prodotto nei paesi aderenti allo Spazio economico europeo (SEE).

Dichiarazione EPD

Certifica l’impatto ambientale dei propri toner e drum attraverso l’ EPD, ovvero l’Environmental Product Declaration, La certificazione attesta l’eco sostenibilità di un prodotto considerando l’impatto am-bientale di tutte le fasi, dalla “nascita” alla “morte”, ovvero dalle risorse utilizzate per assemblarlo ai rifiuti prodotti nell’eventuale smaltimento al termine della sua vita utile.

Nata in Svezia ma di valenza internazionale, è sviluppata in applicazione della norma UNI ISO 14025:2006 (Etichetta Ecologica di Tipo III) e rappresenta uno strumento per comunicare informazioni oggettive, confrontabili e credibili relative alla prestazione ambientale di prodotti e servizi.

Siamo quindi molto più sicuri quando troviamo sulla scatola le immagini di queste certificazioni, perché questo ci garantisce che quello che stiamo per utilizzare non è un toner cinese tossico ma un prodotto ecologico certificato e controllato in tutti i suoi processi…

Quale è il contro?

Ovviamente il prezzo!

Se compri un toner a 5 euro sappi che è più o meno il costo del vuoto di quelle cartuccia, acquistata secondo i processi autorizzati dalla legge italiana, è quindi impossibile acquistare un toner non originale ecologico e controllato a 5/10 euro!

Quindi come possiamo risparmiare senza dover per forza utilizzare prodotti poco sicuri e poco duraturi?

Esiste una via sicura che ti permette di risparmiare e non dover impazzire dietro all’acquisto di cartucce?

Sì esiste… e si chiama STAMPARE NO STRESS…

Moltissime volte mi è capitato di riuscire a dare un risparmio anche ai clienti che utilizzavano toner compatibili economici, ma migliorando di gran lunga la situazione attuale del cliente, leggi qui quello che dice questo mio cliente:

Prima ero continuamente costretto ad uscire fisicamente dall’ufficio 
per acquistare toner compatibili “di dubbia qualità e scarsissima durata rispetto alla promesse dell’amico (in realtà se ne sta profittando) 
e lo scopri quando tieni monitorate le copie e ti accorgi chiaramente che sia il toner  che il tamburo durano meno di un terzo delle copie dichiarate.
Quando poi mi sono ritrovato con 50 toner esausti in mezzo all’ufficio e non sapevo come smaltirli ho detto basta… 
ho cercato una soluzione e conoscendo Andrea da anni mi sono affidato a lui.
Da quando abbiamo iniziato il servizio con lui, ho macchine di ultima generazione, ecologiche  e più veloci, i toner non li devo più ordinare perché arrivano in automatico.
Oggi spendo meno di quello che spendevo prima solo per l’acquisto di pessimi toner compatibili, inoltre ho l’assistenza inclusa e allo smaltimento ci pensano loro. 
Finalmente so esattamente cosa spendo ogni mese e non ho più sorprese per l’acquisto di tamburi costosissimi o manutenzioni non previste.
Andrea oltre che affidabile è estremamente trasparente e ti guida nella scelta più adatta alla tua realtà aziendale.
Che dire… sono molto soddisfatto e non tornerei mai più indietro!

Dott. Luigi Tomasoni
Titolare Associato Tomasoni Benzoni
Clusone -BG-

E come è possibile spendere meno avendo tutto incluso, macchine, toner, assistenza, smaltimento, piuttosto che acquistare toner compatibili economici?

Sì è possibile credimi, non sempre… ma è possibile!

Ci sono molti fattori che influenzano la spesa per le stampe di un ufficio:

  1. Modelli di Stampanti non performanti
  2. Capacità Toner
  3. Acquisto Tamburi
  4. Costi di Assistenza
  5. Costi nascosti di tempo impiegato per acquisto toner o gestione stampanti
  6. Costi di smaltimento

Noi andiamo a lavorare su ogni singolo aspetto, e se l’analisi è ben fatta si può avere un risparmio rilevante passando da una situazione non ideale, ad un servizio tutto automatico!

Ecco perché dico sempre che probabilmente la stampante multifuzione A3 ingombrante e costosa che tutti i fornitori locali propongono a noleggio al 90% non fa per te!

Non è detto che avere una macchina grossa in ufficio sia la soluzione dei tuoi problemi, anzi molte volte non è proprio quello che ti serve…

E perché allora tutti i fornitori locali propongono queste macchine, in breve per questi 3 motivi:

  1. Necessità da parte dei rivenditori locali di acquistare e rivendere un tot. numero di pezzi con le case madri per ottenere prezzi concorrenziali in acquisto
  2. Possibilità da parte dei rivenditori locali di ammortizzare 2/3/4 volte le macchine, noleggiandole più volte a clienti diversi
  3. Non esistevano fino a qualche anno fa stampanti compatte da noleggiare con costi di gestione accettabili che permettessero di far risparmiare il cliente ma nello stesso tempo di avere un servizio completo

Non mi dilungo sul perché questi 3 motivi sono tutti e 3 completamente contro l’interesse del cliente ma sappi che oggi esistono soluzioni diverse!

Oggi esistono stampanti in formato A4, compatte ed ecologiche, con costi di gestione molto bassi che permettono di offrire ai clienti dei costi per copia
molto vicini a quelli delle grosse multifunzioni A3…
con il vantaggio che le macchine costano notevolmente meno!

Siamo in grado di poter offrire una gestione completamente automatizzata e ingegnerizzata, notevolmente migliore rispetto a quella
che puoi trovare da fornitore locali, e siamo in grado di offrirla su tutto il territorio nazionale.

Ma cosa ancora più importante lo facciamo anche su macchine compatte con costi di gestione davvero bassi, e quindi costi copia al cliente molto contenuti.

Il cliente deve solo preoccuparsi di cliccare il tasto stampa, tutto il resto non è più un suo problema.Report Gratuito

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Dal vivo o via Skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.